Asterisk edizioni, l’ebook che non c’era

La copertina dell'ebook della Asterisk edizioni dedicato all'Afghanistan.

La copertina dell’ebook della Asterisk edizioni dedicato all’Afghanistan.

Quando ho visto la copertina del loro ultimo libro, una moschea piastrellata d’azzurro con la scritta Afghanistan, ci sono rimasta male. Era “solo” un ebook. Lo leggi se hai un Kindle o un altro aggeggio digitale, niente carta. Non lo trovi nemmeno nella biblioteca più sperduta della Bassa.

Per chi ha già affrontato l’argomento ‘faldone o sottiletta in borsa’ sarò anche banale, ma per me il Kindle resta ancora un campo inesplorato. Ecco perché non ho visto di buon occhio la scelta di pubblicare un libro solo in digitale. Eppure pensandoci bene, visto che siamo nel 2013, è la cosa più ovvia. Puoi portartelo ovunque e ce l’hai sempre a portata di mano. Soprattutto… ora trovi qualcosa che non puoi avere stampato su carta.

PARTNERSHIP CON AVVENTURE NEL MONDO. Ma ad Alessio e Giusi questo ancora non bastava. Per la loro Asterisk edizioni hanno deciso di puntare su culture e territori oggi difficilmente raggiungibili a causa di guerre e violenze. E cosa c’è di meglio dello storico archivio (cartaceo) del tour operator Avventure nel Mondo? Insieme a quello che è diventato il loro primo partner editoriale hanno deciso di mettere a disposizione dei viaggiatori 2.0 esperienze e racconti di chi era stato in territorio oggi inaccessibili: Mali e Siria (con una prefazione di padre Paolo Dall’Oglio, prima che fosse rapito) e ora l’Afghanistan. Meta sognata da tantissimi avventurieri, ma ancora troppo pericolosa da esplorare.

Il mix di fascino, terre inaccessibili ed entusiasmo imprenditoriale non poteva lasciarmi indifferente. Così ho deciso di farmi raccontare dai diretti interessati com’è nata questa Asterisk edizioni. A guidarli è stata la voglia di “colmare un vuoto” mi ha detto Alessio, 30 anni e un’esperienza di content manager alle spalle. “In un testo si usa l’asterisco per indicare una porzione ulteriore di contenuto necessaria a comprendere al meglio il senso del testo. Noi siamo l’Asterisk sul mondo”.

INCROCIO IN UN PUNTO. “In poche parole, l’asterisco (unico segno della tastiera anche se non con tutti i font) incrocia tre stanghette in un unico punto. Una rappresenta i media, l’altra le culture e l’ultima i territori”, mi spiega Alessio. L’obiettivo era chiaro, ma essendo degli esperti di comunicazione Alessio e Giusi sapevano che prima di lanciarsi in questa nuova avventura dovevano studiare il mondo dell’editoria digitale. Così hanno avviato un blog/osservatorio sull’innovazione in editoria chiamato http://www.editoriacrossmediale.it.

IL MERCATO CRESCE DI POCO, MA CRESCE. “Siamo molto attenti all’innovazione, e se pensiamo che Amazon è sbarcata in Italia nel 2010 e il primo Kindle nel 2011, si capisce che è un mercato freschissimo e ogni anno aumenta sempre di più. Certo i margini sono pochi, ma continua a crescere”. L’ideale per chi può investire solo tanto entusiasmo e pochi spiccioli. Parlando con chi era nel settore da più tempo hanno poi capito che l’editoria digitale permette un più stretto rapporto tra editore e lettore che bypassa la distribuzione, “intermediario tipico dell’editoria cartacea ma tutt’altro che necessario sul web”.

“Essendo dei nativi digitali ci sembrava normale pubblicare in digitale”, racconta ancora Alessio, che aggiunge realistico: “non avendo soldi, ma solo tanto entusiasmo, il digitale è l’ecosistema giusto per chi può investire ‘solo’ 14 ore di forza lavoro al giorno”.

DIGITALE NON E’ GRATIS. Le difficoltà però non mancano. La maggiore è ancora quella “di far capire che i libri digitali non mordono e che il lavoro sul web non è sinonimo di gratis”. I due ragazzi però hanno le idee chiare e una strategia infallibile. “Vogliamo costruirci un’identità unica e peculiare attraverso le nostre pubblicazioni e la grafica delle nostre copertine”. Ma devo dire che su questo punto hanno un ottimo grafico… mi ha convinto a comprare un Kindle solo per sfogliare le pagine che racchiudo il viaggio in Afghanistan dei viaggiatori che mi hanno preceduto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...